Produttore: Martin Miller
Tipo di vino: distillati
Vitigno: Distillato ottenuto da botanici tradizionali e acqua purissima dell’Islanda.
Denominazione: Gin
Nome del vino: Gin Westbourne Strenght Martin Miller's
Prezzo: € 50,40
Affinamento Il Gin Westbourn è un distillato intenso, ricco e speziato: ottima espressione di London Dry ottenuta da botanici tradizionali e acqua purissima dell’Islanda. Fiore di giada, gelsomino, ginepro e un delicato tocco di scorza di agrumi. Mentre
il distillato risulta morbido; i sapori dei vegetali emergono con una nota rafnata di ginepro,cardamomo e pepe. Finale caldo che ricorda tutti i sapori precedenti
Aromi del vino: Colore: Limpido, cristallino
Profumo: Fresco e intenso, con nitidi sentori pepati e di ginepro
Gusto: Morbido e caldo, avvolgente e persistente
Grado alcolico%: 45%Vol.
Temperatura: 16-18°C.
Abbinamento cibo Distillato da bere liscio o da miscelare.
In abbinamento alla tartare potete osare con un Gin, le cui note speziate esaltano il sapore della materia prima cruda.

NOTE

Oltre al London Dry, Martin Miller’s produce anche la variante Westbourne Strength, creata nel 2002-2003 in risposta alla richiesta dei barman di un gin con una gradazione alcolica maggiore. Le botaniche sono le stesse – anche perché Miller disprezzava l’uso di ingredienti esotici – ma combinate in maniera differente. Il creatore ci teneva inoltre a sottolineare che per gli “estremisti del gin” il suo non può essere chiamato “London Dry” per via dei suoi innovativi metodi di distillazione.

Oltre al ginepro le botaniche sono:

Prima distillazione – coriandolo, angelica, liquirizia, cassia, iris fiorentino e un pchino di buccia di lime.

Seconda distillazione – Bucce di arancia amara, limone e lime.

C’è poi un ingrediente segreto che veniva un tempo utilizzato, ma Miller era pessimo nel mantenere i segreti e nel 1999 si diffuse la notizia che si trattasse del cetriolo, che da allora è diventato molto popolare nel gin. L’idea era dei partner di Miller, che prima del gin avevano creato Polstar, la prima vodka aromatizzata al cetriolo, anch’essa prodotta con l’acqua islandese. Quella vodka piaceva così tanto a Miller che ancora oggi viene aggiunta al gin una piccola parte del distillato usato per produrre la vodka, così da donargli un lungo finale fresco e secco.

Podere Sapaio s.a.s - P.Iva 01364750495 - Tutti i diritti riservati