Produttore: Antinori
Tipo di vino: vini
Vitigno: Chardonnay 85%, Grechetto 15%
Denominazione: Umbria - Igt.
Nome del vino: Cervaro della Sala
Prezzo: € 48,50
Affinamento Le uve provengono da vigneti di 15/20 anni situati nei terreni circostanti il Castello della Sala, ad altitudine tra i 200 e i 400 metri s.l.m., di origine pliocenica, ricchi di fossili marini con alcune infiltrazioni di argilla. I grappoli, appena raccolti, sono stati trasferiti in un convogliatore refrigerato, per assicurarne la bassa temperatura al momento delle operazioni di pigiatura e diraspatura. Le varietà sono state vinificate separatamente: al fine di aumentare il patrimonio aromatico; i mosti sono rimasti a contatto con le proprie bucce dalle 8 alle 12 ore ad una temperatura di circa 10°C. Dopo questa fase, i mosti sono stati trasferiti in barriques nuove da 225 l. di rovere francese (Alliers & Tronçais) dove la fermentazione alcolica ha avuto luogo per 14 giorni. Il vino è rimasto sulle proprie fecce in barriques per circa 6 mesi, durante i quali ha completato la fermentazione malolattica. E' stato poi assemblato e imbottigliato. Ha fatto seguito un periodo di affinamento in bottiglia di ulteriori 10 mesi nelle cantine storiche del Castello della Sala, prima dell'introduzione sul mercato
Aromi del vino: Il vino esprime un profumo intenso di note aromatiche come gli agrumi, le pere e i fiori di acacia che fondendosi insieme ai sentori di vaniglia ne aumentano la complessità. Ha un gusto pieno e ben strutturato, con note dolci di burro, di nocciola e allo stesso tempo persistente e minerale. Il vino è destinato ad evolvere ed invecchiare molto bene.

Grado alcolico%: 13% Vol..
Temperatura: 10-12°C.
Abbinamento cibo RICETTA : Terrina di fegato d'oca all'Alsaziana.

NOTE

Il Cervaro deriva il suo nome da quello dei nobili che furono proprietari del Castello della Sala nel corso del 14° secolo: i Conti Della Cervara. Antinori ne ha acquistato la proprietà nel 1940. La prima annata di Cervaro della Sala prodotta è stata il 1985, introdotta sul mercato nel 1987. Questo vino ha vinto numerosi premi ed ha ottenuto diversi importanti riconoscimenti per la costante qualità dimostrata.


RICETTA : Terrina di fegato d'oca all'Alsaziana.

Grosso fegato d'oca - Farcia di filetto di maiale, g. 100, e lardo fresco, g. 100 - Tartufi - Prezzemolo - Uovo intero - Cognac, un cucchiaio - Sale - Pepe - Fettine di lardo.

Per conservare il fegato d'oca in terrina, oltre a poter disporre di fegati molto sviluppati, provenienti da oche bene ingrassate, è necessaria la speciale terrina resistente al fuoco, la quale è generalmente di forma rotonda ed è corredata di un coperchio con un forellino nel mezzo.

Preparate una farcia tritando 100 grammi di filetto di maiale ben snervato e 100 grammi di lardo fresco.

Togliete il fiele al fegato d'oca, apritelo per estrarne le fibre e i nervi, e pareggiatene le estremità.

Dopo aver lavato e spazzolato i tartufi, togliete loro la pelle con un coltellino, tagliateli in spicchi e introduceteli nel fegato steccandolo.

Tritate le rifilature dei tartufi con un po' di prezzemolo, unite il trito alla farcia preparata e aggiungete un uovo intero, una cucchiaiata di cognac, sale e pepe.

Guarnite la terrina con sottili fette di lardo e sul lardo disponete uno strato non molto spesso di farcia. Aggiungete allora i pezzi di fegato steccati di tartufi, avvertendo di colmare i vuoti con le rifilature del fegato, le quali non si mettono nella farcia, ma si riservano per chiudere gli interstizi.

Condite con sale e pepe, e, quando la terrina sarà quasi piena, aggiungete il resto della farcia sulla quale disporrete altre sottili fette di lardo.

Coprite la terrina col coperchio e alla terrina applicate una vescica di bue, che fisserete solidamente intorno intorno. Si cuoce a bagnomaria, e non in forno, per quattr'ore.

Trascorso questo tempo, togliete la vescica e il coperchio e appoggiate una rotella di legno sulla terrina, applicandoci un peso di oltre mezzo chilogrammo. Lasciate così fino al giorno dopo, poi togliete il peso e la rotella di legno, raccogliete il grasso che sarà colato all'esterno, fatelo scaldare appena, colatelo nella terrina e applicate il coperchio

Podere Sapaio s.a.s - P.Iva 01364750495 - Tutti i diritti riservati