Produttore: Vigneti Massa F.lli
Tipo di vino: vini
Vitigno: Timorasso
Denominazione: Colli Tortonesi d.o.c.
Nome del vino: Timorasso Petit Derthona Terra
Prezzo: € 12,20
Affinamento vigneti che danno i grappoli dai quali si ottiene il Petit Derthona "Terra" sono diversi, a testimonianza del fatto che Walter Massa sia alla ricerca di frutti ambasciatori del territorio, esaltando solo le migliori espressioni, segno di primaria importanza identitaria nel fare vino. I terreni su cui sorgono le viti giovani di Timorasso sono prevalentemente calcarei e sono posti ad un altezza di 300 metri sopra il livello del mare, con una ampia esposizione Nord/Est/Ovest. Il vino nasce dalla fermentazione spontanea delle uve in tini di acciaio, non viene mai usata solforosa in queste fasi, ed è prevista una sosta dello stesso sempre in acciaio per 6 mesi.
Aromi del vino: Il Petit Derthona "Terra" alla vista si presenta di color giallo paglierino. Al naso accenni rudi non devono spaventare, graffiano e marcano di vitalità l’olfatto; spiccano all’olfatto rimandi al mondo vegetale e alla scorza d’arancia. Al palato è marcatamente fresco, di grande pulizia e si avverte anche una discreta sapidità. È l’inizio di una lunga ri-scoperta.
Grado alcolico%: 12.5%Vol.
Temperatura: 8-10°C.
Abbinamento cibo Piatto consigliato:Scampi alla Creola.
Saltati di pollo con aglio e pomodoro.
Frittelle Hoisin di anatra
Carbonara Spaghetti , ostriche Ostrea edulis Huitre plates con Timorasso.

Il Colli Tortonesi Timorasso si abbina gradevolmente con antipasti caldi e freschi, primi piatti anche di marcata sapidità e preparazioni a base di carni bianche sole o accompagnate da legumi e verdure. Se invecchiato è ottimo con i formaggi stagionati, ma diventa anche un vino da meditazione.

NOTE

È una storia che si ripete da circa 4.000 anni in quanto la vite è sempre fonte di economia ed arredo principale per la collina tortonese. Questo territorio da sempre è serbatoio per l'industria enologica piemontese sia di vini bianchi che rossi. La famiglia Massa da IV generazioni coltiva la vigna trasformandone le uve , che fino a circa 20 anni fa erano immesse sul mercato del vino sfuso, si è poi spostato l'interesse verso la bottiglia con la ferma volontà di far conoscere su scala internazionale il gusto della "terra Tortonese". Il gusto del territorio il mondo lo può conoscere esclusivamente con il legame ai vitigni che essa a naturalmente selezionato. Da qui le ovvie scelte aziendali sulla base ampelografica dei nostri vigneti. Fanno parte del tipo "Tortoniano" per altro presente in maniera significativa nella zona del Barolo, Il terreno calcareo si alterna a quello argilloso ed è la discriminante assieme all'esposizione per la scelta delle cultivar. Per la campagna agraria 2004 la conduzione riguarda 18Ha di cui 16,50 in produzione ed i rimanenti al primo o secondo anno e quindi non ancora in produzione.Essi esistono ad una quota altimetrica i 250/310m/slm tutti nel comune di Monleale, e si ripartiscono nei Cru di valverta, Scadapurga, Cerreta e Boscogrosso; sono esposti a atutti i venti con giacitura di scura collina. Il sesto impianto è a Guyot e la densità d'impianto varia tra le 3.800 e 6.500 viti ad ettaro. La struttura per la vinificazione delle uve prodotte esclusivamente dalla azienda Agricola, tecnologicamente pensata per trasformare e rispettare le uve nelle varie tipologie e qualità di vini proposte.

Podere Sapaio s.a.s - P.Iva 01364750495 - Tutti i diritti riservati